Homepage Homepage Istituto Mario Negri
Cerca nel sito:  
GoogleYahooMSN
 ChiSiamo? -> Elezioni CTS 

Elezioni CTS

I membri del Comitato Tecnico Scientifico del GiViTI sono in carica da tre anni ed il loro mandato sta per scadere.
In occasione del XXVIII Meeting, che si terrà il 13-14 e 15 novembre 2019, si svolgeranno le nuove votazioni.
Clicca qui per leggere le norme dello Statuto del GiViTI che regolano questo aspetto [PUNTI 8, 9, 10, 11, 12 e 13].

Il CTS uscente è composto da:

* Stefano Finazzi (rappresentante del Centro di Coordianamneto GiViTI)
* Andrea Bottazzi (IRCCS Policlinico San Matteo, Rianimazione I – PAVIA)
* Arturo Chieregato (ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, Neurorianimazione – MILANO)
* Roberto Fumagalli (ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, Anestesia e Rianimazione 1 – MILANO)
* Sergio Livigni (Ospedale San Giovanni Bosco, Servizio Anestesia e Rianimazione B-DEA – TORINO)
* Giuseppe Nardi (Ospedale Infermi, Rianimazione e Terapia Intensiva - RIMINI)
* Giancarlo Negro (Ospedale Francesco Ferrari, TI Polivalente - CASARANO, LE)
* Carlo Olivieri (Ospedale Sant’Andrea, Anestesia e Rianimazione – VERCELLI)
* Daniele Poole (Ospedale Civile San Martino di Belluno, Servizio Anestesia e Rianimazione – BELLUNO)
* Danilo Radrizzani (Ospedale Civile, I Servizio Anestesia e Rianimazione - LEGNANO)
* Clara Ripamonti (ASST Lecco Ospedale Manzoni, Rianimazione generale – LECCO)
* Mario Tavola (ASST Lecco Ospedale Manzoni, Rianimazione generale – LECCO)
* Bruno Viaggi (AOU Careggi, Area intensiva CTO – FIRENZE)

I 12 membri uscenti sono automaticamente candidati alle prossime elezioni, eccetto Danilo Radrizzani e Giuseppe Nardi che hanno deciso di NON ricandidarsi.

E' fortemente auspicabile la candidatura di altri GiViTIni che desiderino entrare a far parte della Commissione Costituente.
Chiunque fosse interessato a candidarsi può contattare entro il 31 Luglio 2019 il Centro di Coordinamento (mail: giviti@marionegri.it; tel:035-4535313).
I candidati dovrebbero inviare al Centro di Coordinamento un breve discorso di presentazione incentrato sui principali obiettivi che intenderebbero perseguire.

In occasione del prossimo Meeting si presenterà la lista dei candidati e si raccoglieranno le preferenze dei partecipanti.
I non partecipanti al congresso potranno comunque consultare tale lista sul sito del GiViTI ed esprimere la propria preferenza inviando un fax (firmato) con la propria scelta al numero 035-4535354 nei 7 giorni seguenti la chiusura del Meeting.
La votazione sarà comunque mantenuta segreta.
Avranno diritto di voto tutti i Referenti GiViTI e i Responsabili dei Progetti AbioKin, Antibiotic Stewardship, BIO-AX-TBI, Colonizzazioni, COMPACT2, CREACTIVE, Margherita Tre (solo il responsabile medico), MUSE, Petalo Cardiochirurgico, Petalo Trapianti di fegato, PROSAFE, Sorveglianza Infezioni, StART (Piemonte e Toscana) e TUONO.
Nel caso la stessa persona fisica rivesta più ruoli, potrà disporre di più schede elettorali.
Trascorsi 15 giorni dalla chiusura del Meeting il Centro di Coordinamento comunicherà a tutti i GiViTIni la lista dei 6 componenti la commissione costituente.
Entro la fine dell'anno sarà reso noto il nuovo CTS.

Di seguito l'elenco dei discorso di presentazione pervenuti al Centro di Coordinamento da parte dei membri del CTS e dei nuovi candidati:

Membro uscente CTS: Andrea Bottazzi

"Sono Andrea Bottazzi e lavoro in Rianimazione al San Matteo di Pavia ormai dal 2005; prima sotto la guida del Prof. Martin Langer e poi dal 2006 ad oggi sotto la guida del Prof. Giorgio Iotti.
Introdotto al mondo GiViTI dal Dr Livio Carnevale ho sempre cercato di essere parte attiva nella raccolta dati Margherita2-Prosafe, e ancora di più dal 2012 quando sono diventato referente locale GiViTI per la Rianimazione.
Attualmente la nostra Rianimazione ha subito dei grossi cambiamenti strutturali (unificazione di due reparti) per cui ci siamo allargati e abbiamo 23 posti letto con 3 aree tematiche: Rianimazione Generale, TIPO e ECMO UNIT. La nostra cartella clinica è Margherita 3 con cui gestiamo tutti i ricoveri (circa 90 al mese).
Convinto da sempre che l’analisi dei dati fatta con cura e attenzione possa davvero cambiare il modo di lavorare in Terapia Intensiva, nel GiViTI ho aderito volentieri al gruppo dei “tutor” GiViTI; da un paio di anni faccio parte anche del GdS di Margherita 3 che continua la sua attività di migliorare costantemente lo strumento cartella clinica.
Dal 2019 al San Matteo sono coordinatore locale donazioni e trapianti e porto avanti i progetti di donazione a cuore fermo (DCD2 e DCD3) iniziati dai miei illustri predecessori, come pure curo la parte del nostro lavoro che si occupa dell’etica di fine vita nei nostri pazienti.
Membro uscente del CTS GiViTI.
L’esperienza del CTS dell’ultimo mandato mi ha certamente arricchito più di quanto possa essere stato il mio contributo di rimando, e ha stravolto il mio modo di pensare al lavoro in Terapia Intensiva dando un senso diverso alle cose, che poi è l’obiettivo principale GiViTI."



Nuovo Candidato: Italo Calamai
Ospedale San Giuseppe, Rianimazione - EMPOLI

"Il GiViTI ha aiutato me ed i miei colleghi nella realizzazione di un progetto di ricerca nato nel nostro “piccolo ospedale di periferia”.
Entusiasta e grato di questa esperienza vorrei che lo stesso supporto potesse essere proposto a tutti quelli che vogliono cimentarsi in attività di ricerca indipendentemente dalle risorse disponibili localmente.
Per questo vorrei che il CTS:
1) facilitasse e coordinasse la formazione di gruppi di persone capaci di lavorare insieme su progetti simili,
2) potenziasse questi gruppi con specifici corsi sui vari aspetti della ricerca scientifica,
3) promuovesse un moderno sistema di comunicazione tra i GiViTIni (il Forum è forse un po' superato) e
4) implementasse la visibilità del GiViTI sui social media per coinvolgere un numero crescente di intensivisti e non intensivisti."



Nuova Candidata: Cristiana Alessandra Cipolla
ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, Neurorianimazione – MILANO

"Infermiera in Neurorianimazione all'Ospedale Niguarda di Milano dal 2007, negli ultimi anni mi sono avvicinata al mondo GiViTI grazie a PROSAFE ed alla partecipazione attiva agli studi cui partecipiamo, in particolare sul trauma cranico CREACTIVE e BIO-AX-TBI.
Motivo di importante cambiamento è stata soprattutto l’adesione al progetto Margherita Tre che ha mosso i primi passi nel nostro reparto circa due anni fa.
Quello che mi affascina del GiViTI in particolare è l'alto numero di reparti che vi afferiscono e la possibilità di unire conoscenze ed esperienze che travalicando il fine della ricerca più a lungo termine, ci permettano di migliorare fin da subito nel nostro lavoro quotidiano.
Mi piacerebbe che PROSAFE fosse più fruibile dai reparti compilatori stessi per verifiche di auto-miglioramento o diffusione dei propri risultati con analisi personalizzate e confrontabili in diversi archi temporali.
Sono consapevole di avere ancora tanto da imparare nel mondo della ricerca, ma so anche di poter offrire entusiasmo, capacità, preparazione, ed amerei inoltre poter portare una ulteriore voce sul punto di vista infermieristico.
Sono una persona positiva e abituata a lavorare in squadra.
Vorrei poter crescere con il CTS ed a mia volta portare spunti di miglioramento."



Membro uscente CTS: Roberto Fumagalli

"Perché al CTS? Per mettere a disposizione del gruppo l’esperienza maturata in molti anni di attività clinica e di ricerca in diverse Terapie Intensive.
Riconoscendo che una sistematica raccolta di dati clinici eseguita dai “GiViTIni” (chi ha i numeri vince), sia ormai una realtà, ritengo sia opportuno promuovere progetti di ricerca che vedono il coinvolgimento di un elevato numero di strutture.
In questa ottica uno sforzo aggiuntivo deve essere rivolto ad ottenere dati di elevata qualità e di facile fruizione anche per quesiti elementari (esempio report di attività di singola unità operativa).
Inoltre, l’impegno profuso da tutti i centri aderenti al GiViTI dovrebbe raggiungere con maggior frequenza l’obbiettivo di poter elaborare analisi in grado di fornire risposte a quesiti clinici specifici e siano poi oggetto di pubblicazione e/o generare ipotesi per sviluppare studi prospettici multicentrici.
Penso che poi, considerata la indubbia notorietà del gruppo, possa essere utile e proficuo poter sviluppare alleanze e interagire con strutture, associazioni e organizzazioni istituzionali (società scientifiche, organi di governo) al fine di poter diffondere gli strumenti da noi utilizzati ed aumentare ulteriormente la rappresentatività del nostro gruppo.
Naturalmente, mantenendo l’indipendenza e l’onestà intellettuale che ci ha sempre caratterizzato."



Nuovo Candidato: Massimo Gianni
Azienda USL della Valle d’Aosta, S.C. Anestesia e Rianimazione - AOSTA

"Cari colleghi e amici del GiViTI,mi chiamo Massimo Gianni, lavoro presso la S.C. Anestesia e Rianimazione dell’Azienda USL della Valle d’Aosta.
Svolgo la mia attività prevalentemente in Rianimazione con qualche turno in elisoccorso e in passato qualche missione umanitaria/volontariato tra Africa e Pakistan.
Da tre anni sono felicemente sposato e da marzo di quest’anno altrettanto felicemente padre di una splendida bambina (che nonostante la mia passione per il GiViTI non ho chiamato Margherita).
Sono referente locale GiViTI da almeno una dozzina di anni e la partecipazione al GiViTI e ai suoi progetti ha costituito uno degli spunti di crescita e di soddisfazione professionale (e anche personale) più importanti e significativi di tutto il mio percorso. Ho partecipato in passato, con alcuni membri permanenti e con alcuni nuovi candidati al CTS, al processo di revisione delle variabili del core nel passaggio da Margherita 2 a Prosafe.
Provo a candidarmi per portare avanti i seguenti punti, tra i tanti che un progetto come il GiViTI offre e genera:
- migliorare la fruizione e l’interpretazione dei dati raccolti attraverso Prosafe e letti attraverso i report generati dall’analizzatore, rivedendo lo strumento stesso del report di modo che sia più facilmente consultabile e interpretabile, anche con l’ausilio di commenti o suggerimenti “personalizzati” e rivedendo l’impatto grafico pensando ai visual data e all’infografica
- rivedere – ripensare – riformare lo strumento del forum che ormai da troppo tempo langue per creare uno strumento di comunicazione e scambio di informazioni e richieste di aiuto fra i Givitini che sia realmente utile e funzionale e “al passo con i tempi”. La comunicazione e lo scambio di esperienze tra rianimazioni e mo(n)di di lavorare diversi è una delle ricadute più importanti del GiViTI, e da questi confronti se ne esce sempre più arricchiti: è un peccato limitare questi momenti solo al meeting annuale o alle riunioni regionali o legate a altri progetti; dovremmo avere uno strumento che consenta di parlarci di più e “meglio”, non per dire il nostro “mi piace” ma per poterci confrontare e anche chiedere pareri e aiuto tutti i giorni
- promuovere la cultura e la forma mentis dell’interpretazione dei dati raccolti, con delle forme istituzionalizzate, fisse nel corso dell’anno ma anche itineranti lungo la penisola (e oltre...), di seminari di epidemiologia e analisi dei dati raccolti: Prosafe ci offre una marea di dati ma non tuttiabbiamo il tempo e la testa per capirli, per poi “tradurli” nelle nostre realtà di lavoro. Dobbiamo provare a dare anche gli strumenti per comprendere i dati che raccogliamo, e per questo ci vuole tempo e un progetto strutturato.
Grazie per l’attenzione e per la considerazione e in ogni caso grazie al GiViTI e ai GiViTini
Massimo Gianni"



Nuovo Candidato: Aimone Giugni
Ospedale Maggiore C.A. Pizzardi, UOC Anestesia, Rianimazione ed Emergenza territoriale 118, Dipartimento Emergenza - BOLOGNA

"La mia passione lavorativa è stata, da sempre, l’Emergenza e il Trauma.
Nel 2004 ho partecipato al progetto di ricerca “Registro Italiano dei Traumi Gravi”, dal 2006 al 2016 ho partecipato, in qualità di referente per l’azienda in cui tuttora lavoro, al Registro Regionale dei traumi gravi (RRTG) della regione Emilia Romagna.
Ho imparato negli anni, anche grazie al GIVITI, che il confronto sincero ed alla pari può permettere a tutti di migliorare attraverso la “diffusione per contatto” di comportamenti virtuosi. Per questo sono convinto che il Petalo Creactive insieme al Petalo Traumi rappresentino un occasione imperdibile per permettere il confronto tra centri che si occupano di pazienti vittima di trauma grave vista la carenza di un “Registro Traumi Italiano” aperto ad un benchmarking internazionale.
Da quando ho iniziato a lavorare in Rianimazione mi sono confrontato con cartelle elettroniche o loro “surrogati artigianali”: dispositivi validi perché disegnati da clinici, ma spesso isolati poiché prevalentemente autoreferenziali e carenti nell’interfaccia con altri applicativi ospedalieri.
Margherita Tre è uno strumento potentissimo: frutto di competenza tecnica, di esperienza clinico-medica, possiede grandi potenzialità “relazionali” con altri sistemi. Penso che questo progetto meriti ulteriore investimenti di energie: per rendere Margherita Tre accessibile ad un maggior numero di terapie intensive, per rendere operative le numerose funzioni progettate, per perfezionare le numerose funzioni già esistenti ed allo stesso tempo per promuovere nuovi spunti di ricerca sulla smisurata mole di dati che campioniamo in modo continuo.
Se avrò il privilegio di essere eletto nel CTS, ho intenzione di farmi portavoce delle conoscenze e dell’esperienza del “Team” di medici, infermieri, tecnici, psicologi, operatori socio-sanitari con cui ho avuto la fortuna di poter finora collaborare."



Nuova Candidata: Elena Angela Augusta Guffanti
ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda, TI II Anestesia e Rianimazione – MILANO

"Lavoro nel 2° Servizio di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale di Niguarda.
Mi sono laureata nel 1994 ed ho conseguito due specialità (Chirurgia d’Urgenza e Pronto Soccorso e Anestesia Rianimazione).
Ho lavorato per diversi anni nel settore di urgenza ed emergenza sia sul territorio che per l’intraospedaliero sia dal punto di vista rianimatorio che dal punto di vista chirurgico.
Ho lavorato per anni in una rianimazione generale (H San Carlo) che comprendeva anche neurorianimazione (occupandomi anche di donazione di organi).
Lavoro in ambito anestesiologico ed intensivistico presso SAR2 2 Niguarda: una delle mission principali del Servizio è la trapiantologia addominale.
Gli obiettivi che mi piacerebbe seguire sarebbero:
- Ecografia polmonare (ampliamento del petalo presente) (progetto TUONO)
- Trapianti di fegato con implicazioni di infezioni e di insufficienza d’organo a loro correlate (quindi petalo trapianti di fegato e petalo infezioni)"



Nuova Candidata: Stefano Skurzak
AOU citta' della salute e della scienza-Presidio Molinette, Rianimazione Centrale Anestesia Rianimazione 3 - TORINO

"Cari colleghi ed amici del Giviti,
mi chiamo Stefano Skurzak e lavoro presso il SC Anestesia e Rianimazione 2 dell’Ospedale Molinette, Azienda Città della Salute e della Scienza di Torino.
Sono da sempre un ammiratore del progetto Margherita-Prosafe ed ho ricevuto in questi anni un grande arricchimento dal gruppo del GIVITI sia per quanto riguarda l’approccio statistico-epidemiologico sia per gli stimoli culturali offerti nei meeting e nei progetti di studio.
La possibilità di auto valutare il proprio lavoro è una risorsa importantissima per motivarci e migliorarci. Questo patrimonio deve rimanere il più possibile libero dalle influenze e dalle esigenze delle amministrazioni aziendali e regionali e dagli interessi puramente accademici.
Ho partecipato con entusiasmo alla definizione delle variabili di PROSAFE e alla nascita del Petalo Trapianto Fegato (un petalo specialistico che interessa i centri trapianto italiani) e spero di poter contribuire anche dall’interno del CTS alla crescita continua della nostra comunità.
Le mie proposte per il triennio 2020-2022 sono:
- creare nuove forme ed occasioni per accedere ai dati del PROSAFE. Siamo davanti ad una miniera di dati che non riusciamo a sfruttare ancora a sufficienza. Propongo di istituire i “Giviti Camp” a Ranica, occasioni dove informatici, statistici, clinici, pazienti possano incontrarsi per due o tre giorni intensivi e con un approccio collaborativo o competitivo (stile Datathon) esplorino (e concludano) ipotesi e suggestioni a partire dal database PROSAFE (autofinanziandosi). Tale approccio si potrebbe in futuro estendere alle realtà regionali coinvolgendo figure professionali diverse ma vicine ai nostri singoli centri (fatichiamo ad entrare in relazione con ingegneri, tecnici, economisti e ne avremmo bisogno reciprocamente). La capacità di rispondere a quesiti clinici o meno servirebbe anche come feed-back per il miglioramento della qualità del database.
- ispirare un modello di authorship che tenga sempre conto di chi scrive, di chi analizza ma anche di chi compila il database (con estrazione a sorte e coinvolgimento non solo dei referenti)
- rivedere alcuni aspetti del CORE introducendo i dati di laboratorio e le variabili fisiologiche su scale continue e non discrete come negli attuali score (il carico di lavoro è lo stesso, le potenzialità molto più ampie), anche le comorbidità ed alcune complicanze potrebbero essere riviste
- rapportarci con le Istituzioni per facilitare l’evoluzione dei database clinici per quanto riguarda gli aspetti burocratici legati ai Comitati Etici
- rinforzare una strategia di marketing e di risoluzione dei problemi che promuovano la diffusione di Margherita 3 nelle rianimazioni italiane ed a livello internazionale
- continuare a confrontarci sui temi del fine vita, argomenti sui quali sono sempre in difficoltà e spesso non in piena sintonia con alcuni indirizzi proposti dalle recenti raccomandazioni Siaarti.
- rivalutare l’opportunità di un core anestesiologico o di un petalo anestesiologico di natura leggera ma con l’intento di accrescere la sensibilità agli outcomes più immediati (durata degenza) e un’attenzione agli eventi avversi e a quelli percepiti come “near miss”.
Grazie per l’attenzione
Stefano Skurzak."



Nuova Candidata: Anna Zamperoni
Ospedale Regionale Cà Foncello, Terapia Intensiva Cardiochirurgica - TREVISO

"Da diversi anni collaboro con il GiViTI e solo in tempi più recenti ho iniziato ad occuparmi del petalo cch.
Ho ricevuto molto dal GiViTI, ha rappresentato per me un elemento importante di crescita e formazione.
Stiamo attraversando una difficile fase storica di cambiamenti che interessano tutti gli ambiti, anche quello socio-sanitario in tutti i suoi settori, anche il mondo della Terapia Intensiva. Penso che il contributo e le idee di tutti possano potenzialmente avere un'utilità ed un significato costruttivo.
Mi candido perchè vorrei avere l'opportunità di dare il mio contributo al GiViTI."



Nuova Candidata: Michela Zardin
Ospedale Santa Chiara, U.O. anestesia, TI e servizio sale operatorie – TRENTO

"Sono Michela Zardin, ho lavorato fin dall’inizio della mia carriera in Terapia Intensiva con un collega che mi ha introdotta ed appassionata da subito al GiViTI e mi ha lasciato questa importante riflessione: 'Per fare questo lavoro servono l’umiltà del confronto e il coraggio di modificarsi, un lavoro continuo e complesso con sé stessi in un contesto che cambia continuamente per l’evoluzione della tecnologia, delle risorse, della cultura medica'.
Durante la mia carriera ho avuto la possibilità di lavorare in terapie intensive di diverse regioni che mi hanno permesso di interfacciarmi con diverse realtà organizzative.
A distanza di 15 anni, credo sia doveroso dare una disponibilità concreta ad un Gruppo che ha accompagnato il mio percorso professionale, per un servizio all’ascolto delle esigenze e difficoltà dei vari Centri e un impegno ad affrontare le problematiche contingenti.
Mi piacerebbe poter contribuire con la mia esperienza e professionalità a nuovi progetti, in un contesto lavorativo oggi faticoso e spesso demotivante.
Il mio è un impegno per un confronto e un’apertura all’Europa, nel tentativo di disegnare e avviare nuove collaborazioni che possano ispirarci e sostenerci nel quotidiano.
Grazie a chi vorrà sostenere la mia candidatura."




© Copyright: GiViTI - - - - A cura di: Carlotta Rossi e Michele Giardino, Centro di Coordinamento GiViTI - - - - Statistiche di accesso
Sito aggiornato il 08/08/2019